Transactions e altri servizi

TRANSACTIONS

Auditing Italia si avvale di professionisti in grado  assistere i clienti nelle transazioni di M&A. 
Le principali attività riguardano:

  • Due diligence contabili di società, aziende o rami di aziende
  • Pareri/valutazioni sulla correttezza di operazioni finanziarie
  • Revisione e studio di operazioni di riorganizzazione societaria
  • Valutazione di aziende, rami di aziende o gruppi societari
  • Assistenza nella predisposizione di budget e business plan
  • Assistenza nei processi di riorganizzazione interna aziendale
  • Assistenza nella predisposizione di sistemi di reporting per la direzione
  • Revisione dei piani strategici

Transfer Pricing

 

 Nell'ambito della normativa in materia di Transfer Pricing, l'Auditing Italia si propone di supportare le aziende attraverso:

1. analisi della realtà aziendale ed individuazione delle aree di intervento;

2. Check up documentale;

3. Assistenza nella predisposizione del package documentale;

4. Implementazione del modello di Transfer Pricing ed identificazione di eventuali aree di miglioramento.

ALTRI SERVIZI

 Auditing Italia supporta le azienda in vari progetti, offrendo proposte su misura e un aggiornamento continuo su opprotunità e novità ad hoc.

Patent Box

 L’art. 1 co. 37 - 45 della L. 190/2014 e il DM 30.7.2015 disciplinano un regime opzionale di tassazione agevolata (c.d. “Patent box”) per i redditi derivanti dall’utilizzazione o dalla concessione in uso di alcune tipologie di beni immateriali (quali software e brevetti). Con provv. 144042/2015 e 54278/2015 sono state definite le modalità di esercizio dell’opzione e la procedura di ruling.

Tali redditi non concorrono a formare il reddito complessivo in quanto esclusi per il 50% del relativo ammontare.

Tuttavia nei primi due periodi di imposta in cui l’agevolazione è in vigore, la percentuale di esclusione dal reddito complessivo è ridotta:

 per il 2015 al 30%;

per il 2016 al 40%.

 

 

Credito d'imposta Ricerca e Sviluppo - Costi sostenuti nell'anno 2019

La legge di Stabilità 2019 ha ulteriormente modificato la normativa che ha introdotto il credito di imposta per le attività svolte in Ricerca & Sviluppo da parte di tutte le imprese.

Per effetto di tale modifica sono state rimodulate le misure agevolabili delle diverse categorie di spese sostenute per la ricerca e sviluppo, sempre da calcolarsi in eccedenza rispetto alla media degli investimenti realizzati nel triennio 2012-2014 (triennio di riferimento).

Più sinteticamente le intensità del beneficio, aggiornate al 2019, si riassumono nel modo seguente:

1. nella misura del 50% per le spese relative a costi per personale dipendente e per contratti di ricerca con Università, enti di ricerca, organismi equiparati e start up innovative; 

2. nella misura del 25% per tutti gli altri tipi di spese.

A seguito delle modifiche delle aliquote che abbiamo riassunto, sono state modificate anche le modalità di determinazione dell'agevolazione che viene calcolato in ragione dell'incidenza delle varie tipologie di spese sul totale degli investimenti sostenuti nell'esercizio in misura proporzionale.     

Tra le novità, per altro già in vigore per l'anno 2018, si segnala la Relazione Tecnica che illustri le finalità della attività di ricerca e sviluppo svolta e l'utilizzo della agevolazione successivamente al rilascio della Certificazione della documentazione contabile da parte del soggetto incaricato della revisione legale oppure, nel caso in cui la società ne sia priva, da un revisore o società di revisione. 

Il credito d’imposta è riconosciuto, fino ad un importo massimo annuale di 10 milioni per ciascun beneficiario, a condizione che siano sostenute spese per attività di ricerca e sviluppo per almeno 30mila euro ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione con modello F24 e dovrà essere indicato ella dichiarazione dei redditi (in apposito quadro RU del Modello Unico).

Per accompagnarti nella gestione ed utilizzo di questo interessate incentivo e agevolazione, mettiamo a disposizione un team specializzato offrendo il seguente servizio.

  • Analizziamo la documetazione tecnica ed economica predisposta dalla società.
  • Supportiamo la raccolta della documentazione per il calcolo della agevolazione
  • Certificazione della documentazione contabile

 

Fondi Paritetici interprofessionali

 

Auditing Italia mette a disposizione delle aziende che decidono di aderire ai Fondi Interprofessionali e che accedono ai finanziamenti per la formazione continua la propria esperienza nell’attività di rendicontazione e certificazione della spesa.

  Iscritto all'Albo revisori FondoLavoro   Progetti Europei     Auditing Italia si propone di supportare le aziende sia attraverso la certificazione della rendicontazione del progetto sia attraverso la produzione di un certificato di audit nella fase finale del progetto.  

Attuazione e il Monitoraggio del Modello 231 ex d.lgs. n. 231/2001

I nostri ambiti di intervento:

1.Mappatura delle aree a rischio reato 2.Analisi dei rischi e definizione dei protocolli di controllo

3.Stesura o revisione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

4.Stesura o revisione Codice Etico 5.Personalizzazione del sistema disciplinare 6.Definizione o revisione dei compiti e dei meccanismi di funzionamento dell’Organismo di Vigilanza 7.Formazione e Comunicazione